Login
feed RSS
Tecnologia Industriale
Primo equipaggiamento
Anteprima mondiale: Bosch crea una mappa che utilizza segnali radar per la guida autonoma
Una collaborazione vincente con TomTom
  • Sono attesi entro il 2020 i primi veicoli in grado di fornire dati per la mappatura stradale via radar in Europa e USA.
  • "La mappatura stradale via radar consentirà ai veicoli autonomi di determinare in modo affidabile la loro posizione in qualsiasi momento," ha dichiarato Dirk Hoheisel, membro del Board of Management di Bosch.
  • La mappatura stradale via radar di Bosch è compatibile con tutti i formati di mappe convenzionali.

Stoccarda – Bosch e TomTom, il provider olandese di mappe e informazioni sul traffico, hanno raggiunto una svolta nello sviluppo di mappe ad alta definizione per la guida autonoma. Bosch è la prima azienda al mondo ad aver creato un "livello di localizzazione" sfruttando segnali radar, uno strumento che si dimostrerà indispensabile per questo tipo di mappe, fino ad oggi basate su dati video. La "mappatura stradale via radar" di Bosch è composta da miliardi di singoli punti che riflettono i segnali radar ovunque essi colpiscano – per esempio barriere di protezione o cartelli stradali – e riproducono il percorso seguito. I veicoli autonomi possono utilizzare la mappa per determinare la propria posizione esatta all'interno della corsia, con un livello di precisione elevato. "La mappatura stradale via radar rappresenta una pietra miliare nel cammino verso la guida autonoma. Consentirà ai veicoli autonomi di determinare in modo affidabile la loro posizione in qualsiasi momento," ha dichiarato Dirk Hoheisel, membro del Board of Management di Bosch. L'enorme vantaggio presentato dalla mappatura stradale via radar di Bosch è la sua affidabilità: mentre altre mappe si affidano esclusivamente a dati video per la localizzazione dei veicoli, questo sistema funziona affidabilmente anche di notte e in condizioni di scarsa visibilità. Inoltre è l'unica tecnologia capace di trasmettere a un cloud 5kb di dati al chilometro, ossia un volume di dati doppio rispetto a quanto avviene con una mappa video. Entro il 2020 sono attesi, in Europa e USA, i primi veicoli in grado di fornire dati per la mappatura stradale via radar.

Bosch e TomTom, una collaborazione che prosegue dal 2015
"Siamo estremamente lieti di poter introdurre, grazie alla partnership con Bosch, dati di localizzazione supplementari sotto forma di una mappatura stradale via radar. Questo renderà l'autolocalizzazione per i veicoli autonomi notevolmente più solida sotto tutti i punti di vista," ha affermato Harold Goddijn, CEO di TomTom. Da luglio 2015, data in cui ha avuto inizio la loro collaborazione, le due aziende hanno lavorato intensivamente sulla mappatura stradale via radar e la sua integrazione nella mappa generale ad alta definizione di TomTom. Bosch è leader di mercato a livello globale nel campo dei sensori radar con banda di frequenza di 77 gigahertz e un raggio di rilevamento che raggiunge i 250 metri, in confronto ai sensori video che offrono un raggio massimo di 150 metri. La sfida principale consisteva nell'individuare un modo per adattare a questo impiego i sensori radar esistenti. Quando vengono utilizzati in sistemi di assistenza alla guida, (es. sistemi di frenata di emergenza automatici o sistemi di regolazione della distanza e della velocità), i sensori rilevano gli oggetti in movimento. Ma per generare la mappatura stradale via radar, devono anche essere in grado di rilevare oggetti statici, motivo per cui si rendeva necessario modificare i sensori radar esistenti e la prossima generazione di sensori radar Bosch saprà fornire tutti i dati richiesti. "Le vetture che arriveranno sul mercato nei prossimi anni, equipaggiate con le funzioni di assistenza di ultima generazione, disegneranno la mappa per i veicoli autonomi del futuro," ha affermato Hoheisel. 
 
Mappe ad alta definizione per un milione di veicoli
Per la guida autonoma sono essenziali mappe ad alta definizione, capaci di fornire informazioni che vanno oltre l'area che i sensori sono in grado di monitorare. Diversamente dalle mappe per i dispositivi di navigazione attuali, queste sono costituite da una serie di livelli stratificati.
 
Livello di localizzazione: Un veicolo autonomo è in grado di determinare la propria posizione all'interno di una corsia utilizzando un livello di localizzazione che contiene la mappatura stradale via radar di Bosch, più una mappa di localizzazione video aggiuntiva. Confrontando le informazioni sugli oggetti ricevute attraverso i suoi sensori ambientali con le corrispondenti informazioni provenienti dal livello di localizzazione, il veicolo può stabilire la propria posizione in relazione a tali oggetti.

Livello di pianificazione: Il livello di pianificazione serve per calcolare manovre estemporanee durante la guida autonoma (pianificazione delle traiettorie), inoltre contiene informazioni sul percorso, su segnaletica e limiti di velocità, oltre che su curve e pendenze. Un veicolo autonomo può utilizzare il livello di pianificazione, per esempio, per decidere se cambiare corsia.

Livello dinamico: Le informazioni su situazioni del traffico in rapido cambiamento, quali ingorghi, lavori in corso e pericoli, oppure parcheggi liberi, vengono salvate nel livello dinamico.

Ogni livello di una mappa ad alta definizione per la guida autonoma deve venire aggiornato regolarmente, nel livello dinamico addirittura in tempo reale. "Attualmente prevediamo che per mantenere aggiornata la nostra mappa ad alta definizione, avremo bisogno di diverse flotte di veicoli, ognuna delle quali composta da circa un milione di unità, per le autostrade di Europa, Nord America e Asia-Pacifico," ha affermato Hoheisel. I dati correnti per ciascun livello saranno generati dai sensori montati a bordo dei veicoli mentre sono in marcia, successivamente i dati dei sensori radar provenienti dai veicoli verranno trasmessi tramite unità di comunicazione, come l'unità di controllo della connettività (CCU) di Bosch, al cloud dei costruttori e infine all'IoT Cloud di Bosch, che li utilizzerà per creare la mappatura stradale via radar, compatibile con tutti i formati di mappe convenzionali. Tra i compiti affidati a TomTom vi sarà l'integrazione della mappatura stradale via radar nella mappa generale e la sua distribuzione.

Il settore di business Mobility Solutions è il più importante del Gruppo Bosch. Nel 2016 ha registrato un fatturato di 44 miliardi di Euro, equivalenti al 60 percento dei ricavi totali del Gruppo. Questi risultati rendono il Gruppo Bosch uno dei fornitori leader nel campo automotive. Il settore di business Mobility Solutions combina l'expertise del gruppo in tre ambiti: automazione, elettrificazione e connettività. Il settore di business Mobility Solutions opera a livello mondiale nelle seguenti aree di business: sistemi di iniezione per motori a combustione interna, mobilità e soluzioni alternative legate alla propulsione elettrica, sistemi di assistenza alla guida e di sicurezza, guida autonoma, tecnologie per informazione e comunicazione fra veicoli e fra veicoli e infrastrutture, concept e servizi per l'aftermarket. Bosch ha contribuito con importanti innovazioni all'evoluzione dell'auto come, per esempio, la gestione elettronica del motore, il sistema elettronico di stabilità ESP e la tecnologia common-rail per i motori diesel.

Il Gruppo Bosch è fornitore leader e globale di tecnologie e servizi. Grazie ai circa 390.000 collaboratori (al 31 dicembre 2016) impiegati nelle quattro aree di business Mobility Solutions, Industrial Technology, Consumer Goods e Energy and Building Technology, il Gruppo Bosch ha registrato un fatturato di 73,1 miliardi di euro nel 2016. Il Gruppo è costituto dall'azienda Robert Bosch GmbH e da circa 450 tra consociate e filiali in oltre 60 Paesi. Se si includono i partner commerciali e di servizi, la rete di produzione e vendita di Bosch copre quasi tutti i Paesi nel mondo. La base per la crescita futura della società è la forza innovativa, 59.000 sono i collaboratori Bosch impegnati nella ricerca e sviluppo in circa 120 sedi in tutto il mondo. L'obiettivo strategico del Gruppo è quello di fornire le innovazioni per una vita connessa. Seguendo lo slogan "Tecnologia per la vita" Bosch, grazie ai suoi prodotti e servizi, migliora la qualità della vita offrendo soluzioni innovative in tutto il mondo.
Ulteriori informazioni sul sito
www.bosch.com e www.bosch.it/stampa 


Per la Stampa:
Robert Bosch S.p.A.
Via M.A. Colonna, 35
20149 Milano
Tel. 0039 02 36961
Fax 0039 02 36962562
Web site:   www.bosch.it
E-mail:   press@it.bosch.com

Ricerca
Parole chiave
Visualizza
 Risultati per pagina
Cerca
Immagini
Mappatura stradale
Contatti
Robert Bosch S.p.A.
Via M.A. Colonna, 35
20149 Milano
telefono: +39 02 36 96 1

email