Login
feed RSS
Tecnologia Industriale
Comunicazione Corporate
Automobili: assistenti con le ruote
La piattaforma software Bosch abilita il cliente con diversi servizi

- Hoheisel, membro del Board of Management di Bosch: "I servizi stanno diventando un fattore distintivo all'interno dell'industria automotive"
- Uno studio prevede che entro il 2020 sulle strade ci saranno 250 milioni di auto connesse
- L'Automotive Cloud Suite rende possibile sviluppare, gestire e vendere servizi per auto connesse
- I servizi Bosch avvisano in caso di guida sulla carreggiata sbagliata e trovano parcheggi disponibili

Milano, 15 marzo 2017 - È l'inizio dell'era dell'auto connessa. A partire da marzo 2018 il sistema automatico di chiamate d'emergenza, eCall, sarà obbligatorio nella UE. Questo significa che ogni nuovo veicolo sarà sistematicamente un'auto connessa. L'azienda di ricerche di mercato Gartner prevede che, entro il 2020, sulle strade mondiali ci saranno 250 milioni di auto connesse. Dato che le auto si stanno trasformando in dei dispositivi mobili su ruote, gli acquirenti interessati stanno concentrando la loro attenzione sui servizi digitali, come quelli che monitorano le condizioni dell'auto o avvertono in caso di guida su carreggiata sbagliata. Secondo un sondaggio condotto dal gruppo tedesco di analisi dei clienti e dei media (VuMA 2017) più di un quarto della popolazione tedesca già considera l'accesso integrato a Internet come un fattore chiave nell'acquisto di un'auto. Nel suo intervento alla conferenza Bosch ConnectedWorld 2017 a Berlino, Dirk Hoheisel, membro del Board of Management di Bosch, ha dichiarato: "I servizi per le auto connesse stanno diventando un fattore distintivo all'interno dell'industria automotive." Hoheisel ha altresì annunciato il lancio dell'Automotive Cloud Suite di Bosch, una piattaforma di servizi di mobilità. L'Automotive Cloud Suite offre ai produttori di auto e a tutti i fornitori di servizi di mobilità una piattaforma software dotata di toolkit per lo sviluppo di tutti i tipi di servizi per guidatori.
La forza di Bosch: competenza in materia di auto, cloud e big data
L'Automotive Cloud Suite di Bosch si basa sulla IoT Suite Bosch e fornisce la base tecnologica per tutti i servizi inerenti alle auto connesse. Offre, su un'unica piattaforma, tutte le funzioni necessarie alla connessione di dispositivi, utenti, aziende e domini. Con l'Automotive Cloud Suite, Bosch fornisce moduli software individuali, tra i quali un diario di bordo digitale o soluzioni per l'esecuzione di aggiornamenti software. I fornitori di servizi di mobilità possono farne uso per sviluppare una vasta gamma di servizi di auto connesse per guidatori. "Bosch si trova nella posizione di poter unire il know-how automotive completo alla competenza informatica" ha dichiarato Hoheisel. "Dall'idea, al lancio ufficiale per arrivare all'attuale operatività dei servizi, diamo ai nostri clienti di tutto partendo da un'unica risorsa." Nella sua Automotive Cloud Suite, Bosch mette insieme varie aree di competenza: oltre alle sue abilità come fornitore di sistemi nell'industria automotive e come fornitore leader delle tecnologie di cifratura, l'azienda possiede una vasta competenza sia come operatore di cloud sia come gestore di big data.

"Con l'Automotive Cloud Suite i nostri clienti non solo potranno eseguire dei servizi, ma sarà utile anche per i nostri servizi interni" ha dichiarato Hoheisel. Al Bosch ConnectedWorld 2017, Bosch ha dato una dimostrazione della gamma dei suoi nuovi servizi su un'auto esposta basata su una Jaguar F-Pace. Di seguito sono elencati cinque servizi che diventeranno standard in ogni veicolo.

1. Sistema di avviso di guida in contromano
Solo in Germania, ogni anno vengono trasmessi circa 2.000 avvisi di guida in contromano. Tuttavia, molto spesso la comunicazione avviene troppo tardi e un terzo degli incidenti di questo tipo avviene a una distanza media di 500 metri, nei casi più gravi con conseguenze letali. Attualmente Bosch sta sviluppando una nuova soluzione cloud-based volta a trasmettere un avviso nell'arco di circa dieci secondi. L'avviso arriverà non solo al guidatore sulla carreggiata sbagliata, ma anche a tutti gli altri utenti della strada nelle vicinanze. Il servizio quindi funge da angelo custode nel cloud dati.

2. Diagnostica predittiva
Niente risulta più sconveniente di un'auto che si rompe durante le vacanze. La diagnostica predittiva impedisce che si verifichino situazioni in cui l'auto è fuori uso. Durante guide regolari il sistema può analizzare i dati e fare previsioni sulle condizioni dei componenti chiave. Il guidatore viene avvisato prima che una componente si usuri ricevendo raccomandazioni per la prossima visita in officina.

3. Community-based parking
Grazie a questo servizio, parcheggiare diventerà un'attività condivisa. Mentre l'auto gira per cercare parcheggio, i sensori a bordo si occuperanno di identificare e misurare gli spazi vuoti fra le auto parcheggiate lungo il marciapiede. Tale informazione viene comunicata attraverso una mappa parcheggi digitale. Servendosi di un sistema di elaborazione delle informazioni intelligente, Bosch integra i dati per fornire una previsione delle possibilità di parcheggio. Scaricando la mappa dal cloud, i guidatori dei veicoli che si trovano nelle vicinanze potranno dirigersi direttamente a un posto libero.

4. Assistente personale
Il sogno di avere un proprio assistente personale diventa realtà. Grazie a questo servizio Bosch, i guidatori potranno utilizzare comandi vocali per gestire i propri appuntamenti, chiedere informazioni, apportare modifiche nella propria smart home e molto altro, rimanendo comodamente alla guida. Nel corso del tempo l'assistente imparerà a conoscere le abitudini e preferenze dell'utente per fornirgli un'assistenza migliore.

5. Aggiornamenti software via etere
Gli aggiornamenti software dal cloud sono già attivi per gli smarthphone. Ora Bosch sta facendo lo stesso con le auto. Nuove caratteristiche, come una modalità di guida più efficace per i veicoli elettrici, possono essere aggiunte alle auto, in modo istantaneo, cifrato e protetto da hacker.


Il settore di business Mobility Solutions è il più importante del Gruppo Bosch. Secondo i dati previsionali, nel 2016 ha registrato un fatturato di 44 miliardi di Euro, equivalenti al 60 percento dei ricavi totali del Gruppo. Questi risultati rendono il Gruppo Bosch uno dei fornitori leader nel campo automotive. Il settore di business Mobility Solutions combina l'expertise del gruppo in tre ambiti: automazione, elettrificazione e connettività. Il settore di business Mobility Solutions opera a livello mondiale nelle seguenti aree di business: sistemi di iniezione per motori a combustione interna, mobilità e soluzioni alternative legate alla propulsione elettrica, sistemi di assistenza alla guida e di sicurezza, guida autonoma, tecnologie per informazione e comunicazione fra veicoli e fra veicoli e infrastrutture, concept e servizi per l'aftermarket. Bosch ha contribuito con importanti innovazioni all'evoluzione dell'auto come, per esempio, la gestione elettronica del motore, il sistema elettronico di stabilità ESP e la tecnologia common-rail per i motori diesel.

Il Gruppo Bosch è fornitore leader e globale di tecnologie e servizi. Secondo i dati preliminari, grazie ai circa 390.000 collaboratori (al 31 dicembre 2016) impiegati nelle quattro aree di business Mobility Solutions, Industrial Technology, Consumer Goods e Energy and Building Technology, il Gruppo Bosch ha registrato un fatturato di 73,1 miliardi di euro nel 2016. Il Gruppo è costituto dall'azienda Robert Bosch GmbH e da circa 450 tra consociate e filiali in oltre 60 Paesi. Se si includono i partner commerciali e di servizi, la rete di produzione e ven-dita di Bosch copre quasi tutti i Paesi nel mondo. La base per la crescita futura della società è la forza innovativa, 59.000 sono i collaboratori Bosch impegnati nella ricerca e sviluppo in circa 120 sedi in tutto il mondo. L'obiettivo strategico del Gruppo è quello di fornire le innova-zioni per una vita connessa. Seguendo lo slogan "Tecnologia per la vita" Bosch, grazie ai suoi prodotti e servizi, migliora la qualità della vita offrendo soluzioni innovative in tutto il mondo.

L'azienda è stata fondata a Stoccarda nel 1886 da Robert Bosch (1861-1942) come "Officina di meccanica di precisione ed elettrotecnica". La struttura societaria della Robert Bosch GmbH assicura l'indipendenza imprenditoriale del Gruppo Bosch, permettendo all'azienda di perseguire strategie a lungo termine e di far fronte a nuovi investimenti che possano garanti-re il suo futuro. La Fondazione di pubblica utilità Robert Bosch Stiftung GmbH detiene il 92% delle partecipazioni della Robert Bosch GmbH. La maggioranza dei diritti di voto appartiene alla società fiduciaria Robert Bosch Industrietreuhand KG che gestisce le funzioni imprendi-toriali dell'azienda. I diritti di voto e le partecipazioni restanti spettano alla famiglia Bosch e alla Robert Bosch GmbH
.


Per la Stampa:
Robert Bosch S.p.A.
Via M.A. Colonna, 35
20149 Milano
Tel. 0039 02 36961
Fax 0039 02 36962562
Web site:   www.bosch.it
E-mail:   press@it.bosch.com

Ricerca
Parole chiave
Visualizza
 Risultati per pagina
Cerca
Immagini
altrobcwdef
Contatti
Robert Bosch S.p.A.
Via M.A. Colonna, 35
20149 Milano
telefono: +39 02 36 96 1

email