Login
feed RSS
Tecnologia Industriale
Comunicazione Corporate
Le soluzioni smart di Bosch al CES® 2017 di Las Vegas
La connettività semplifica la vita di ogni giorno
  • Smart home: rende la vita in casa più semplice e più sicura
  • Smart city: migliora la qualità della vita nelle città
  • Mobilità connessa: nuova concept car come assistente personale
  • Industry 4.0: connette persone, macchine e oggetti in tempo reale
  • Tecnologia dei sensori: piccoli sensori rendono possibile la connettività
  • CES Innovation Awards: quattro premi per tre soluzioni Bosch
  • Nuova piattaforma IoT: storie, video e animazioni sul mondo connesso Bosch all'indirizzo iot.bosch.com 

Las VegasDal 5 all'8 gennaio 2017, Bosch mostrerà al CES® 2017 a Las Vegas come la connettività stia trasformando le cose in partner, compagni e assistenti. Il fornitore globale di tecnologia e servizi presenterà soluzioni innovative alla fiera nei seguenti ambiti: smart home, smart city, mobilità connessa, Industry 4.0 e tecnologia dei sensori. Queste tecnologie semplificano la vita di ogni giorno e la rendono più comoda e sicura. Bosch sarà nel Padiglione centrale allo stand #14128.

Smart home: rendere la vita in casa più semplice e più sicura
Sistema smart-home ampliato: Il sistema smart-home di Bosch consente di controllare i dispositivi connessi a casa tramite una sola app. Al CES, Bosch mostrerà come ha migliorato il sistema con tecnologie come rilevatori di fumo e movimento, che possono svolgere funzioni aggiuntive, e lo scenario manager. Quest'ultimo rende la casa connessa ancora più intuitiva. Inoltre, semplifica la vita quotidiana degli utenti. Per esempio, quando escono di casa, non devono più controllare se il riscaldamento, gli apparecchi elettronici o le luci sono stati spenti. Lo scenario manager per la app Smart Home di Bosch svolge questi compiti quotidiani di routine e si attiva facilmente con il tocco di un dito.

Più sicurezza a casa: In aggiunta a ciò, Bosch sta presentando tre nuove soluzioni per una maggiore sicurezza. Con la videocamera interna a 360° e la videocamera esterna Eyes, gli utenti monitorano cosa succede a casa loro in qualsiasi momento, da qualunque parte del mondo. Grazie alle registrazioni locali criptate, gli utenti non si perderanno più nessun evento importante, a meno che, ovviamente, non siano loro a volerlo. L'obiettivo della videocamera interna a 360° può essere inserito nel corpo della videocamera semplicemente con un dito e questo assicura la privacy. La videocamera esterna Eyes è più di una videocamera: è dotata anche di luce, sensori di movimento e di un sistema interfono in un unico dispositivo intelligente. Il Twinguard di Bosch, un rilevatore di fumo esclusivo con sensore della qualità dell'aria, aumenta la sicurezza in casa. Grazie alla sua tecnologia professionale a doppio raggio, rileva più chiaramente le situazioni di pericolo, evitando i falsi allarmi. Inoltre, la sua sirena può essere utilizzata per spaventare eventuali ospiti indesiderati.

Un assistente personale in cucina: "My kitchen elf", abbreviato Mykie, è un assistente personale che fa da compagno intelligente in cucina. Funziona con la voce dell'utente. Mykie ascolta, risponde alle domande e aiuta nelle faccende quotidiane. Per esempio, sa esattamente quanto tempo ancora deve rimanere la torta nel forno, cosa c'è in frigo o se al pomeriggio ci sarà il sole. Con la versione connessa di Mykie, gli utenti possono controllare l'intera gamma di elettrodomestici di Home Connect.

Elettroutensili connessi: Bosch offre tutto ai commercianti professionisti, dai prodotti ai sistemi completi di gestione dell'inventario che possono essere utilizzati per ottimizzare i processi lavorativi e aumentare la produttività. Oltre a ciò, i proprietari di elettroutensili connessi Bosch possono personalizzarli tramite una app: Possono configurare i propri dispositivi per soddisfare le proprie esigenze personali e salvare le impostazioni per gli utilizzi futuri. Gli utenti possono anche ricevere informazioni sullo stato dei propri dispositivi e suggerimenti su come correggere i malfunzionamenti, per esempio quando un dispositivo si spegne per surriscaldamento. Inoltre, la app mostra all'utente da quanto tempo un dispositivo è in uso. In alcuni casi la app può anche essere utilizzata come telecomando e ciò fa risparmiare tempo ai commercianti.

Smart city: migliorare la qualità della vita, l'efficienza energetica e la sicurezza
Soluzioni per la città intelligente: Al CES, Bosch presenterà soluzioni per i settori mobilità, tecnologia dell'energia e degli edifici, sicurezza e amministrazione delle città digitali. Per quanto riguarda la mobilità, le tecnologie disponibili comprendono sistemi di monitoraggio ambientale e tecnologie per parcheggi connessi, così come gestione del parco auto, e-mobility e soluzioni di trasporto intermodale. In tema di energia, si parla di centrali elettriche virtuali, riscaldamento ad alta efficienza energetica, sistemi di riscaldamento dell'acqua e raffreddamento così come di tecnologie per lo stoccaggio dell'energia. I sistemi di sicurezza comprendono tecnologie per la protezione antincendio, sistemi di controllo degli accessi e soluzioni di videosorveglianza. Per gli edifici residenziali, Bosch offre domotica ed elettrodomestici connessi in rete.

Tecnologia intelligente per nuovi quartieri a San Francisco: Come esempio di progetto di smart city di successo, al CES Bosch mostrerà come le rovine di un ex cantiere navale della marina e di uno stadio da calcio stiano diventando i due nuovi quartieri di The San Francisco Shipyard e Candlestick Point. In quanto partner tecnologico di FivePoint, lo sviluppatore del progetto, Bosch sta lavorando su soluzioni intelligenti per questi quartieri moderni.

Vivatar: La nuova app Vivatar è un angelo custode digitale per persone in movimento, per esempio quando stanno tornando a casa alla sera tardi o stanno praticando sport all'aperto su un terreno irregolare. Tramite GPS e una funzione di chat, gli utenti possono restare in contatto con gli amici e la famiglia se non si sentono sicuri quando sono impegnati fuori casa. In caso di emergenza, possono ricevere aiuto velocemente con il tocco di un dito grazie alla funzione di assistenza d'emergenza di Bosch.

Community-based parking: Soprattutto nelle zone residenziali urbane, i parcheggi ai bordi dei marciapiedi sono molto richiesti. Con il community-based parking, Bosch si sta occupando della ricerca di un parcheggio, sgravando quindi i guidatori di questa incombenza. Quando un'auto sta percorrendo una via, dei sensori a ultrasuoni rilevano i posti disponibili e misurano la dimensione dello spazio tra le auto parcheggiate. I dati raccolti vengono poi trasmessi a uno stradario digitale. Gli algoritmi Bosch ad elevate performance valutano la plausibilità dei dati e fanno previsioni sulla situazione dei parcheggi. Per le auto vicine è disponibile una cartina in tempo reale, in modo che i guidatori possano dirigersi direttamente ai parcheggi liberi. Per il 2017 sono in programma dei progetti pilota negli Stati Uniti. Attualmente, in cooperazione con Mercedes-Benz, Bosch sta testando il concetto di parcheggio basato sulla comunità nella metropoli di Stoccarda.

Mobilità connessa: trasformare l'auto in un assistente personale
Come sarà la guida del futuro? Bosch presenterà la propria visione al CES 2017 con una nuova concept car. La connettività sta trasformando l'auto nel terzo living space, oltre a casa e lavoro. Con l'ausilio di una comunicazione personalizzata tra auto e guidatore, in futuro avremo prestazioni sempre più elevate e servizi completi. Inoltre, la guida autonoma permetterà presto ai guidatori di avere più tempo da dedicare ad altre attività. Per esempio, i guidatori e i passeggeri potranno utilizzare il tempo trascorso in auto scrivendo e-mail, ascoltando musica o guardando video in streaming. Nella nuova concept car, Bosch presenterà un'ampia gamma di innovazioni, che comprendono:

Riconoscimento del volto e personalizzazione intelligente:
La Driver Monitor Camera rende possibile il riconoscimento veloce del volto e la personalizzazione dal momento in cui il guidatore sale in auto. Per esempio, l'auto imposta il volante, gli specchi, la temperatura interna e la stazione radio a seconda delle preferenze personali del guidatore. Durante la guida, il rilevamento della sonnolenza del guidatore aiuta ad aumentare la sicurezza: se il guidatore rischia di addormentarsi o è molto distratto, l'auto invia un avvertimento e aiuta a evitare le situazioni critiche.
Controllo dei gesti con Ultra Haptics: La concept car comprende anche il primo sistema di controllo dei gesti con feedback aptico. Sviluppata con Ultra Haptics, una start-up di Bristol nel Regno Unito, questa tecnologia utilizza sensori a ultrasuoni che percepiscono se la mano del guidatore è nella posizione corretta e poi fornisce un feedback al gesto che si compie.
Feedback aptico con neoSense: Grazie al touchscreen con feedback tattile, i pulsanti che appaiono sul touchscreen vengono percepiti come tasti reali. In molti casi, ciò permette di utilizzare il sistema di infotainment senza doverlo guardare. Così i guidatori possono mantenere la massima concentrazione e aumentando la sicurezza. Questa tecnologia è stata premiata con un CES Innovation Award nel 2016 e da allora ha fatto grandi passi avanti verso la produzione in serie.
Un display cristallino grazie a OLED: Con il concept vehicle, i display OLED (diodo organico a emissione di luce) sono stati integrati nella plancia dell'auto per la prima volta. Ciò consente di avere un display cristallino.
Specchietti esterni digitali, ora anche nell'auto: Il Mirror Cam System è una soluzione basata su una videocamera che sostituisce entrambi gli specchietti esterni. I sensori video possono essere integrati all'interno del veicolo e le immagini vengono visualizzate su dei display vicino ai montanti sui lati destro e sinistro dell'auto. Inoltre, la tecnologia digitale consente di avere una visualizzazione specifica a seconda del contesto. Per esempio, se un'auto si trova in autostrada, la visualizzazione si concentra principalmente dietro all'auto. Al contrario, nella guida in città una visualizzazione più ampia aiuta a migliorare la sicurezza. Un buon contrasto migliora la visibilità quando si guida di notte.
Comunicazione tra l'auto e il guidatore: In futuro, l'interfaccia uomo-macchina (HMI) ricoprirà un ruolo sempre più importante in auto, specialmente quando si tratta di guida autonoma. Per esempio, permette al guidatore di sapere se è possibile attivare la guida autonoma su una strada specifica. Per passare all'auto la responsabilità della guida, il guidatore deve quindi premere due pulsanti sul volante per alcuni secondi. Durante la guida autonoma, la HMI mostra al guidatore ciò che rilevano i sensori ambientali dell'auto e quanto tempo rimane prima che debba ricominciare a guidare.
Comunicazione tra l'auto e la casa: Con la guida autonoma, i guidatori hanno a disposizione un numero maggiore di funzioni di infotainment tramite il display centrale del veicolo rispetto a quando stanno guidando personalmente. Grazie alla connessione internet, i conducenti possono rivedere gli appuntamenti vicini o programmare le spese da fare. La app Smart Home di Bosch consente inoltre ai guidatori di muovere le tende di casa, dare un'occhiata a cosa sta succedendo intorno o controllare se c'è abbastanza cibo in frigo. Semplicemente toccando un tasto, la app può trasmettere la lista della spesa al servizio di consegna a casa.
Comunicazione tra l'auto e la bicicletta: Grazie alla comunicazione tra veicolo e veicolo, le auto del futuro saranno informate sulle altre presenze sulla strada, molto prima di poterle vedere. In particolare, nel traffico stradale è facile non accorgersi della presenza delle biciclette, perché vengono nascoste dai bus o dai camion. Al CES, Bosch presenterà un collegamento tra la nuova concept car e una bicicletta. Grazie ad esso, i veicoli possono costantemente scambiarsi informazioni sulla propria posizione e direzione di viaggio. Ciò riduce il rischio di collisione.
Soluzioni di pagamento integrate di Bosch: Bosch ha sviluppato questa soluzione di pagamento elettronico che offre nuovi servizi tramite l'ecosistema IoT, tra cui una funzione di pagamento standardizzata. Sono già stati firmati gli accordi necessari per rendere possibile tutto ciò con molti sistemi di pagamento, compreso PayPal.

Comunicazione tra l'auto e l'officina: Al CES 2017, Bosch mostrerà anche come l'officina connessa lavori in interazione con i servizi web e le applicazioni di realtà aumentata. In futuro, i guidatori e gli operatori delle officine potranno programmare le proprie visite all'officina più facilmente, e ciò migliorerà i processi lavorativi in termini di assistenza.

Servizio di chiamata d'emergenza riconfigurabile per l'auto: Al CES Bosch presenterà il Retrofit eCall, un adattatore riconfigurabile per il servizio di chiamata d'emergenza eCall. Può essere posizionato facilmente direttamente nell'accendisigari e offre vantaggi concreti: Un sensore di accelerazione rileva la collisione e fa partire una chiamata d'emergenza. Tramite una app su smartphone vengono trasmessi dati dettagliati, come la posizione dell'auto. Viene analizzata anche la gravità dell'impatto e vengono messe in atto automaticamente procedure adeguate. Se la collisione è poco grave, il centro di controllo chiama direttamente il guidatore e stabilisce se è necessario un veicolo di assistenza o un'ambulanza. Se il guidatore non risponde, viene immediatamente allertata un'ambulanza.

Aggiornamenti firmware "over the air" (FOTA): Le funzioni connesse, e in particolar modo la guida autonoma avanzata, richiedono un funzionamento altamente affidabile per tutto il ciclo di vita del veicolo. Sono quindi necessari aggiornamenti software che possano essere eseguiti tramite il cloud. Bosch offre le unità di controllo di comunicazione appropriate e il computer gateway centrale, mentre ETAS e ESCRYPT (entrambi parte del Gruppo Bosch) forniscono le tecnologie di trasmissione e cifratura necessarie. Ciò assicura sicurezza funzionale e dei dati.

Industry 4.0: connettere persone, macchine e oggetti in tempo reale
Gateway IoT: Con il gateway IoT, Bosch sta portando i vantaggi dell'industria connessa agli operatori di macchine obsolete che non possiedono ancora i prerequisiti della produzione in rete, come sensori, software o una connessione alla connessione IT aziendale. Il sistema connesso combina tecnologia dei sensori, software e gestione industriale compatibile con IoT, rendendo così possibile il monitoraggio dello stato della macchina.

Assistente automatico di produzione (APAS): Al CES, Bosch presenterà APAS, che consente una produzione efficiente e flessibile. Svolge compiti faticosi, pericolosi o monotoni ed è il migliore nelle aree di produzione in cui è richiesta una stretta collaborazione con gli esseri umani. Alla fiera, APAS offrirà caffè e zucchero filato ai visitatori del Sands Expo. Grazie alla sua pelle provvista di sensori, il robot rileva quando le persone sono troppo vicine e si ferma immediatamente.

Realtà aumentata e streaming live nella produzione: Per la manutenzione di macchine come APAS, i collaboratori ora ricevono anche il supporto delle nuove soluzioni di realtà aumentata di Bosch. Informazioni digitali su dettagli tecnici, per esempio, migliorano le registrazioni live. Anche senza aprire gli assistenti digitali di produzione, gli utenti possono avere un'immagine esatta dei loro interni. Al CES, verrà simulato un cavo rotto. Delle animazioni con le istruzioni di riparazione guideranno l'utente passo a passo nel processo di manutenzione. Di conseguenza, i collaboratori che si occupano di assistenza senza avere una grande esperienza possono rilevare e riparare gli errori in modo veloce e affidabile. Con i servizi di analisi video di Bosch, i collaboratori possono visualizzare i processi di produzione in remoto e in tempo reale. Queste registrazioni possono poi essere utilizzate per il data mining, per esempio nell'analisi a lungo termine di errori che si verificano di rado.

Tecnologia smart dei sensori: piccoli sensori rendono possibile la connettività
Sensori MEMS: Piccoli sensori MEMS (Micro Electro-Mechanical Systems) di Bosch si trovano nei veicoli, negli smartphone, nelle console per videogiochi, nei tablet e in tantissimi altri dispositivi. Rendono possibili molte applicazioni nell'elettronica di consumo e nell'auto. Nonostante siano piccoli, sono estremamente efficaci: Aiutano a salvare vite ed energia e rendono più comoda la guida. I sensori MEMS di Bosch sono gli occhi e le orecchie di milioni di dispositivi elettronici. Al CES 2017, Bosch presenterà un nuovo sensore MEMS in grado di rilevare con precisione il cambio di altezza dei droni, degli smartphone, dei tablet e dei dispositivi indossabili.

Piattaforma a sensori XDK per lo sviluppo di nuove soluzioni IoT: Con la piattaforma a sensori XDK, Bosch offre una piattaforma hardware e software completa con diversi tipi di sensori, così come un collegamento Bluetooth e WiFi. I componenti comprendono sensori d'accelerazione e d'imbardata, un magnetometro e sensori per la misurazione dei livelli acustici, dell'umidità, della pressione atmosferica, della temperatura e della luce digitale. Le aziende possono utilizzare la piattaforma a sensori per sviluppare soluzioni IoT che soddisfino al meglio le loro necessità. La piattaforma a sensori XDK è facile da installare e da adattare alle singole applicazioni.

CES Innovation Awards: quattro premi per le soluzioni Bosch
Soluzioni per moto premiate: Le soluzioni per moto Bosch hanno conquistato tre premi. Il sistema di informazione del motociclista Integrated Connectivity Cluster (ICC) ha vinto il primo premio nella categoria "In-Vehicle Audio/Video" e ha ottenuto un riconoscimento nella categoria "Vehicle Intelligence". L'ICC combina tutta la strumentazione per moto su un unico display e consente ai motociclisti di collegare i propri smartphone alla moto e di utilizzare così le app selezionate. Il sistema adatta automaticamente il display a seconda dell'utilizzo. In questo modo il motociclista riceve solo le informazioni di cui necessita in quel momento. Oltre all'ICC, nella categoria Vehicle Intelligence è stata premiata anche la soluzione di sicurezza Lean Connectivity Unit. Essa collega lo smartphone a piccole moto e scooter tramite Bluetooth.

Scaldabagno connesso: Anche lo scaldabagno Greentherm 9000iSe ha ricevuto un CES Award. Tramite una app si può accendere e spegnere facilmente il dispositivo in remoto da uno smartphone o un tablet. Gli utenti possono anche regolare la temperatura dell'acqua o monitorare lo stato di funzionamento dello scaldabagno. In caso di malfunzionamento, lo scaldabagno avvisa l'utente sul suo smartphone.

SCOPRI BOSCH AL CES 2017 - Las Vegas, Nevada, USA: AL CES 2017 Bosch mostrerà come l'Internet delle cose sita diventando personale, trasformando gli oggetti in veri e propri assistenti personali. Le tecnologie connesse permettono l'assistenza personale in tutti gli aspetti della vita delle persone: migliorano la mobilità, plasmano la città del futuro, rendono le case intelligenti, la sanità più efficiente e il lavoro più semplice. Partecipando per il quinto anno al CES, Bosch presenterà un portafoglio esteso di soluzioni che sono "Simply.Connected.".


Gruppo Bosch è fornitore leader e globale di tecnologie e servizi. Grazie ai circa 375.000 collaboratori (al 31 dicembre 2015) impiegati nelle quattro aree di business Mobility Solutions, Industrial Technology, Consumer Goods e Energy and Building Technology, il Gruppo Bosch ha registrato un fatturato di 70,6 miliardi di euro nel 2015. Il Gruppo è costituto dall'azienda Robert Bosch GmbH e da circa 440 tra consociate e filiali in oltre 60 Paesi, 150 se si includono i partner commerciali. La base per la crescita futura della società è la forza innovativa, 55.800 sono i collaboratori Bosch impegnati nella ricerca e sviluppo in circa 118 sedi in tutto il mondo. L'obiettivo strategico del Gruppo è quello di fornire le innovazioni per una vita connessa. Seguendo lo slogan "Tecnologia per la vita" Bosch, grazie ai suoi prodotti e servizi, migliora la qualità della vita offrendo soluzioni innovative in tutto il mondo.

L'azienda è stata fondata a Stoccarda nel 1886 da Robert Bosch (1861-1942) come "Officina di meccanica di precisione ed elettrotecnica". La struttura societaria della Robert Bosch GmbH assicura l'indipendenza imprenditoriale del Gruppo Bosch, permettendo all'azienda di perseguire strategie a lungo termine e di far fronte a nuovi investimenti che possano garantire il suo futuro. La Fondazione di pubblica utilità Robert Bosch Stiftung GmbH detiene il 92% delle partecipazioni della Robert Bosch GmbH. La maggioranza dei diritti di voto appartiene alla società fiduciaria Robert Bosch Industrietreuhand KG che gestisce le funzioni imprenditoriali dell'azienda. I diritti di voto e le partecipazioni restanti spettano alla famiglia Bosch e alla Robert Bosch GmbH.


Ricerca
Parole chiave
Visualizza
 Risultati per pagina
Cerca
Immagini
1-bbm-22055
1-bbm-22056
1-bbm-22108
1-pa-22456
160125
163715
201609
Bosch Smart Home App
bosch_smart_home_eyes_aussenkamera
bosch_smart_home_controller
bosch_smart_home_innenkamera
bosch_smart_home_innenkamera_02
bosch_smart_home_twinguard
bosch_vivatar_schutzengel
bpa_productpage
bpa_product_2
Scenario
Scenario_1
Mems
Kaffeebar
ms2_559
Scenario_02
Contatti
Robert Bosch S.p.A.
Via M.A. Colonna, 35
20149 Milano
telefono: +39 02 36 96 1

email